Tocco come modalità di accesso all'Organismo

Tocco come modalità di accesso all'Organismo

Il tocco è la più elementare forma di comunicazione: gioca un ruolo cruciale nella relazione in bambini e adulti.

(Farmer and Tsakiris 2013; Touching hands: A neurocognitive review of intersubjective touch. In Z. Radman (ed.), The Hand, an Organ of the Mind. Cambridge, MA: MIT Press).

Il tocco ha anche una funzione affettiva e simbolica.

(Rolls et al., 2003; Kringelbach, 2005, The human orbitofrontal cortex: linking reward to hedonic experience. Nature Reviews Neuroscience, 6(9), pp.691-702).

E una modalità sensoriale altamente complessa. La percezione degli stimoli varia da persona a persona in base alle esperienze di vita e a fattori genetici ed epigenetici.

(Finnerup et al. 2003; Sensory function in spinai cord injury patients with and without central pain. Brain, 126(1): 57-70; Morrison t al. 201 p.)

Il tocco umano attenua la risposta fisiologica allo stress nei bambini e fa diminuire l’espressione del cortisolo.

(Feldman et al. 2010, Matthews and Janusek 2011 ; Epigenetics and psychoneuroimmunology: Mechanisms and models. Brain Behav Immun. Jan;25(1): 25-39). 

Regola ossitocina, vasopressina (Morhenn et al. 2012; Rapaport et al. 2012), e il tono vagale (Dunbar 2010).

Il tocco utilizzato nelle tecniche osteopatiche probabilmente incoraggia il DNA a comportarsi in modo differente e, quindi, a promuovere la salute. 

Si sa infatti che il tocco può ridurre l’infiammazione e promuovere la biogenesi mitocondriale.

(studio fatto su cellule muscolari lesionate in vivo su uomo dopo un massaggio tissutale dolce) (Crane et al. 2012; Massage therapy attenuates inflammatory signaling after exercise-induced muscle damage. Science translational medicine, 4(119), 119ra13-119ra13).

Chiama o Prenota con WhatsApp la tua prima visita oppure chiedi una consulenza gratuita




Scarica la Brochure

Pagamenti Oline

Disclaimer e Note Legali